logo

Emilia-Romagna

Pietro Pinto
Esperto delle migrazioni
pietro.pinto@libero.it

 

Sandra Federici
Africa e Mediterraneo
s.federici@africaemediterraneo.it

  

L’Emilia Romagna è tra le regioni che registrano una maggiore presenza di residenti stranieri, sia in termini assoluti che in termini d’incidenza sul totale della popolazione, come anche spicca per incidenza di alunni stranieri sul totale degli iscritti nelle scuole locali. La regione è stata e continua ad essere una tra le aree più attrattive per gli immigrati, anche in provenienza da altre parti del Paese, per l’offerta di lavoro stabile e di una rete di servizi meglio rispondenti alle esigenze di tipo familiare.
Lo testimonia lo stesso incremento in termini assoluti della presenza dei cittadini stranieri, che dal 2002 al 2008 sono aumentati di 1 volta e mezza, con tassi di gran lunga superiori alla media regionale in alcune province (Ferrara, Ravenna e Piacenza, dove si è assistito invece a una triplicazione delle presenze nello stesso periodo). Più lento, invece, è risultato l’incremento nelle province storiche dell’immigrazione emiliana, come Bologna e Modena, quasi a indicare un processo di riposizionamento a livello territoriale della componente straniera.
A indicare la tendenza ad una permanenza stabile degli immigrati in regione è anche il dato sull’incidenza della componente femminile, passata a partire dal 2008 a una quota maggioritaria (50,1%), anche grazie al processo di ricomposizione dei nuclei familiari.
 

 


    via Arrigo Davila, 16 - 00179 Roma - tel. +39 06 66514345 +39 06 66514502 - P.IVA 07944581003 - note legali