logo

Calabria

Roberta Saladino
Università della Calabria

saladinorobertalavoro@gmail.com

 

L’interesse degli immigrati per il territorio calabrese si è sempre fatto più consistente nell’ultimo decennio e ha incontrato una buona accoglienza. La Calabria, così, ha smesso prima i panni di terra di emigrazione e poi quelli di territorio di accoglienza e transito, per indossare le vesti di un luogo di inserimento stabile per molti cittadini stranieri che lasciano le proprie terre in cerca di migliore fortuna.
Il territorio calabrese quindi non conosce solo il protagonismo delle espulsioni e dei respingimenti alla frontiera, ma è protagonista anche nell’accoglienza degli immigrati e dei richiedenti asilo, in particolare riconoscendo nel 2006 lo status a oltre 1.000 richiedenti. All’interno delle Province calabresi è Reggio Calabria ad assorbire la quota maggiore di migranti, seguita da Cosenza, Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia. Da sottolineare la forte presenza della componente femminile, verosimilmente legata ai ricongiungimenti familiari e all’impiego di donne in attività di "badantato" e collaborazione domestica.
Nel corso degli anni la distribuzione dei cittadini non italiani ha assunto una configurazione più omogenea sul territorio, avvicinando tra loro le percentuali delle cinque province.  


    via Arrigo Davila, 16 - 00179 Roma - tel. +39 06 66514345 +39 06 66514502 - P.IVA 07944581003 - note legali